Connettiti con i leader del gioco e del metaverso online al GamesBeat Summit: Into the Metaverse 3 questo 1-2 febbraio. Registrati qui.


Kinetix combina animazione 3D e intelligenza artificiale per automatizzare il processo di creazione di emote generate dagli utenti per videogiochi e mondi virtuali.

Il lancio di Kinetix oggi rappresenta un modo per gli utenti di esprimersi meglio nei giochi e nel metaverso, ha affermato la società con sede a Parigi.

La piattaforma generativa Kinetix basata sull’intelligenza artificiale e gli strumenti di modifica senza codice consentono a utenti, creatori, produttori di videogiochi, piattaforme metaverse e marchi di creare e modificare contenuti animati 3D in pochi secondi. Ciò democratizza il processo di creazione di contenuti animati 3D personalizzati, estendendo a milioni di persone un set di abilità che in precedenza era limitato a poche migliaia di artisti e animatori qualificati.

Le emote Kinetix affrontano la sfida della limitata autoespressione nei mondi di gioco e del metaverso. Le emote sono animazioni che possono esprimere emozioni nei videogiochi e nei mondi virtuali, come balli, celebrazioni e gesti. In modo univoco, le emote realizzate con Kinetix possono funzionare in qualsiasi videogioco o metaverso basato su avatar e adattarsi senza sforzo a qualsiasi ambiente virtuale, dall’iperrealismo ai mondi a blocchi di voxel.

eventi

GamesBeat Summit: Nel Metaverso 3

Unisciti alla community di GamesBeat online, 1-2 febbraio, per esaminare i risultati e le tendenze emergenti all’interno del metaverso.

Registrati qui

“Vogliamo sostenere un nuovo standard per l’espressione di sé nei videogiochi e nei mondi del metaverso aprendo la creazione di emote”, ha dichiarato Yassine Tahi, CEO di Kinetix, in una dichiarazione. “Le nostre emote sono ora disponibili per essere create da chiunque, segnando un vero momento di svolta per l’autoespressione digitale e la nostra missione di umanizzare il metaverso”.

Kinetix ti consente di creare emoticon senza conoscere il codice.

Ha aggiunto: “Un concerto unico nella vita senza ballare, o uno spettacolo di drag queen senza ‘Death Drop’, sono opportunità mancate per l’espressione di sé, il realismo, l’individualità e la connessione umana. Invitiamo tutti ad abbracciare questa nuova tendenza giocando con la nostra piattaforma facile da usare e senza codice e provando le loro mosse migliori sul loro personaggio o avatar preferito.

I creatori possono possedere le loro emoticon prendendo l’opzione per “coniarle” sulla piattaforma Kinetix: trasformandole in risorse digitali chiamate Emote NFT (token non fungibili).

Con il mercato Kinetix, i creatori possono quindi promuovere e monetizzare il proprio lavoro e ricevere il 95% del prezzo di vendita, creando un modello di entrate più equo, ha affermato la società. I proprietari di marchi e IP possono anche utilizzare la tecnologia Kinetix per creare emoticon personalizzate. Nel novembre 2022, Kinetix ha collaborato con TF1 e BBC Studios per lanciare una collezione esclusiva per il programma televisivo internazionale “Dancing With The Stars”.

L’azienda è stata fondata a Parigi nel 2020 da Tahi e CTO Henri Mirande, e Kinetix ha un team di 45 persone. All’inizio di quest’anno, Kinetix ha raccolto 11 milioni di dollari in finanziamenti iniziali in un round guidato da Adam Ghobarah, fondatore di Top Harvest Capital, con la partecipazione da Sparkle Ventures e più piattaforme di mondo virtuale e imprenditori di successo.

Kinetix ha già stabilito partnership con mondi virtuali leader ed emergenti tra cui Roblox, The Sandbox, Zepeto, Decentraland e PolyLand.

Il credo di GamesBeat quando coprire l’industria dei giochi è “dove la passione incontra il business”. Cosa significa questo? Vogliamo dirti quanto sono importanti per te le notizie, non solo come decisore in uno studio di gioco, ma anche come fan dei giochi. Sia che tu legga i nostri articoli, ascolti i nostri podcast o guardi i nostri video, GamesBeat ti aiuterà a conoscere il settore e divertirti a interagire con esso. Scopri i nostri briefing.

Leave a Comment